Studio Associato RCF
Progetti > Edifici privati > Palazzina Castrocaro (Riccione, 2005)
Foto: 1 2 3 4 5 6 7 8

Riccione
Palazzina Castrocaro, 2005

L'edificio si pu� definire una �ristrutturazione totale�, realizzato cio� ex-novo sulla sagoma planimetrica e volumetrica dell�edificio presistente (risalente agli anni�60).
L�area di intervento � a ridosso di un ambito strategico per la citt� di Riccione  sia dal punto di vista naturalistico (contiguit� al bacino fluviale del Rio Melo), che archelogico (vicinanza all�area dell�ex-Fornace dismessa negli anni �70). 
L�idea di progetto nasce dalla presenza delle pilastrature aggettanti �obbligate� dalla normativa, portate fin sopra la copertura per dividere in quattro settori il volume dell�edificio, dando quasi un effetto �turrito�; i due esterni sono stati trattati in mattone , quelli interni in intonaco tinteggiato, a creare un movimento di scatola di mattone che si apre alle due estremit� lasciando intravedere le parti interne. Nelle parti con i mattoni le aperture sono estremamente dinamiche e disassate, nelle parti intonacate sono allineate: questo contrasto risponde alla volont� metaprogettuale di contrapporre le due categorie filosofiche fondamentali del caos (divenire) e dell�ordine (essere).
L�edificio contiene 7 unit� abitative plasmate su tre livelli; il piano interrato � occupato da autorimesse e cantine. I collegamenti verticali sono in posizione baricentrica comportando nelle parti centrali la distribuzione degli spazi a giorno, in quelle pi� esterne la collocazione delle zone notti. Le aperture ad angolo consentono di avere una vista pi� aperta e panoramica degli spazi circostanti restituendo una maggiore ritmica alle facciate.
La struttura portante � in cemento armato, mentre la copertura ventilata � in legno lamellare .
Il rivestimento del mattone pieno faccia a vista  � stato staccato dallo strato di isolante interno da una camera continua d�aria, per consentire la ventilazione e limitare la formazione di umidit�. 
Le scelte cromatiche sono basate sulla volont� di lasciare il colore naturale del materiale utilizzato:�rosso� del mattone, �grigio� cemento dell�intonaco�, �canna di fucile� delle parti in ferro.